La principale differenza tra pneumatici estivi e invernali

pneumatici invernali

Ci sono molte differenze tra pneumatici invernali ed estivi, per esempio per cosa dovrebbero essere usati. Gli pneumatici estivi dovrebbero essere usati durante l’estate e non l’inverno. Gli pneumatici invernali dovrebbero essere usati per l’estate e non per l’inverno. È quindi importante effettuare il cambio gomme prima del cambio di tempo. Alcune delle principali differenze si trovano nella mescola di gomma e nel disegno del battistrada.

Mescola di gomma utilizzata

La mescola di gomma utilizzata per l’estate è morbida e flessibile durante l’intervallo di temperatura che è presente durante l’estate. La morbidezza darà una buona presa e ottime prestazioni.

Lo pneumatico invernale ha una mescola di gomma morbida da sotto zero a temperature gelide. Questo ti assicura di avere uno pneumatico che rimarrà morbido e non diventerà duro e inflessibile. Avrai bisogno della flessibilità della gomma per darti le prestazioni e la presa durante la stagione invernale. Ciò che rende la mescola di gomma adatta alle gomme estive, le rende poi dannose per le gomme invernali e viceversa.

Disegno del battistrada

Il battistrada degli pneumatici estivi tende ad essere relativamente poco profondo. Vuoi che tanta gomma sia a contatto con la superficie per darti le migliori prestazioni. Le scanalature sono dimensionate per scavare l’acqua lateralmente se c’è acqua sulla superficie stradale. La mancata eliminazione dell’acqua porterà all’aquaplaning, in cui il pneumatico perde il contatto con la superficie stradale e ora scivola sull’acqua. Ciò significa che non sarai in grado di controllare il tuo veicolo. Il controllo viene ripreso quando si stabilisce il contatto tra il pneumatico e il fondo stradale, cosa che tende a verificarsi quando la velocità si riduce.

Il battistrada tende ad essere più robusto per i pneumatici invernali poiché sono costruiti per avere una buona presa sulla neve. Anche le scanalature devono affrontare fango e neve rispetto alle gomme estive che trattano principalmente l’acqua.

Gli pneumatici invernali possono avere chiodi sporgenti dal battistrada per garantire un migliore attrito nei cosiddetti pneumatici chiodati. Per gli pneumatici non chiodati, possono essere presenti piccoli minerali a forma di cristallo che possono creare l’attrito necessario. Sia i pneumatici chiodati che quelli non chiodati vanno bene per le condizioni invernali. I chiodati sono migliori su superfici ghiacciate e neve compatta, quindi se queste condizioni prevalgono nella tua zona, probabilmente starai meglio con un’opzione chiodata.

Anche se molto probabilmente le gomme sembreranno molto simili dal lato, come puoi vedere, ci sono differenze piuttosto significative tra le gomme estive e quelle invernali. Entrambi hanno il loro posto quando si comportano al meglio, quindi se vuoi le migliori prestazioni per la tua auto, dovrai combinare il meglio di entrambi i mondi. Per entrambi i pneumatici, devi assicurarti di avere una profondità del battistrada superiore a 4 mm e devi assicurarti di avere abbastanza aria nei pneumatici. La manutenzione regolare dei pneumatici è essenziale durante tutto l’anno.

Per ulteriori informazioni sugli pneumatici, visitare: https://www.nokiantyres.it/

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *